Manutenzione e revisione Rolex GMT II Cal. 3185

L’orologio sul quale abbiamo svolto le operazioni di manutenzione e revisione è un Rolex, modello GMT II con calibro 3185.

Prima di iniziare l’interessante percorso della revisione di questo capolavoro dell’arte orologiera svizzera ci teniamo a sfatare un luogo comune: il miglior modo per conservare con cura ed assicurare una maggiore durata ad orologi di tale pregio non è, come pensano molti, tenerlo inattivo.
L’inattività dei meccanismi comporta infatti l’indurimento dei lubrificanti, con la relativa perdita delle caratteristiche di viscosità.
Consigliamo quindi, se possibile, di indossarlo con una certa frequenza per mantenere la fluidità dei lubrificanti e ridurre al minimo l’usura dei meccanismi.
Se non fosse possibile indossare con una certa frequenza l’orologio consigliamo, possibilmente, di ricaricarlo almeno una volta a settimana.

Fatta questa precisazione passiamo al percorso di manutenzione e revisione del bellissimo Rolex GMT.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 1 - Orologio all'ingresso in laboratorio

Ciò che è apparso togliendo il fondo è un movimento fortemente danneggiato dalla mancanza di manutenzione nel tempo. E’ il classico orologio di cui il proprietario si “vanta di non avergli fatto mai nulla”.
La robustezza e la grande qualità della meccanica sono portate allo stremo con conseguenze che andremo ad analizzare.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 2 e 3



Come si nota dalle foto 2 e 3, nell’orologio ci sono state anche infiltrazioni d’acqua, ad andare a sottolineare un’altra volta la totale mancanza di manutenzione generale del motore ma anche la mancanza di manutenzione ordinaria per la sola sostituzione di giunti.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 4, 5 e 6

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 7


Procedendo con lo smontaggio, tolto il movimento dalla cassa (la quale segue un percorso di ripristino e rimessa a nuovo in un altro segmento di lavoro che analizzeremo di seguito), tolte quadrante e sfere (per le
quali si andrà a sostituire il materiale fluorescente, ormai privo d’efficacia), l’analisi si rivolge agli organi del movimento (Foto 8 e 9).

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 8 e 9



Una volta rimosso il gruppo dell’automatico (foto a destra), ci appare il resto del movimento con evidenti segni di ruggine e olio secco, come mostrano i particolari ingranditi delle foto 10, 11 e 12.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 10, 11 e 12


Procedendo con lo smontaggio del gruppo dell’automatico ci imbattiamo immediatamente in un difetto del quale si aveva il sospetto visto i segni circolari di usura intorno alla platina: si tratta dell’asse del rotore usurato (Foto 13), per il quale si procederà con la sostituzione.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 13

Andando avanti con lo smontaggio, entriamo sotto al ponte delle ruote (foto 14).

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 14 e 15

Le ruote e i singoli elementi come bariletto, ponte del bariletto, ammortizzatori e rubini del bilanciere si presentano esattamente come potevamo immaginare, molto usurate e con olio secco che non solo impedisce il normale funzionamento, ma si comporta da abrasivo con l’acciaio delle ruote (Foto 16, 17 e 18).

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 16, 17 e 18

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 19, 20, 21 e 22

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 23 e 24

Si procede ora al lavaggio dell’ orologio in lavatrice (ACS 900) ad ultrasuoni e liquidi specifici, dove sarà sottoposto a cinque diversi trattamenti tra prelavaggio, lavaggio, risciacquo ed asciugatura.

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 25

Verifica degli ammortizzatori dopo il lavaggio e lubrificazione (Foto 26 e 27).

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 26 e 27

Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 28

Siamo arrivati alla fine del montaggio del movimento. A questo punto si procede con la registrazione e l’equilibratura dinamica.
Foto 29
Revisione_Rolex_GMT_II

Le operazione successive sono la messa in cassa, il cambio del tubo della corona, dei giunti (fondo e vetro), la sostituzione della corona di carica.

L’OROLOGIO ALL’INGRESSO IN LABORATORIO
Rolex_GMT_II

OROLOGIO IN USCITA DAL LABORATORIO.


Revisione_Rolex_GMT_II

Foto 30 e 31

Una volta effettuata la chiusura del fondo si procede con il test finale d’impermeabilità.
Dopodichè l’orologio può essere messo al controllo per testare la riserva di carica e la stabilità di marcia (diurna e notturna).

Alla fine di questi controlli, l’orologio e pronto per la consegna, corredata di tutti i test eseguiti, i ricambi e non ultimo il certificato di garanzia valido due anni, con obbligo da parte del cliente ad eseguire la manutenzione ordinaria secondo i consigli della Casa Madre.

Roma, 08 Gennaio 2012

Il Direttore Tecnico
Alessandro Raggi



Clicca sul link per tornare alla pagina LAVORI

10 Comments

  1. ottima spiegazione,faro’ la prossima revisione nei tempi previsti

    Reply
  2. Buonasera sig.Raggi,
    complimenti per l’ottima foto-manutenzione del GMT 2,essendone un felice possessore vorrei sapere a quanto ammonta un intervento di questo tipo sul medesimo orologio.
    Grazie in anticipo
    Dario

    Reply
    • Grazie sig. Dario,
      Non è detto che il suo orologio abbia bisogno dello stesso intervento.
      Le posso fare un preventivo, gratuito, che lei valuterà.
      Se si trova impossibilitato a venire in laboratorio, può usufruire del servizio di ritiro e consegna con DHL, in questo caso le fornirò delle indicazioni per la spedizione.
      A sua disposizione, per ulteriori chiarimenti.
      Cordiali saluti
      Alessandro Raggi

      Reply
  3. Troppo bravo.

    Reply
  4. Salve vorrei sapere quanto mi costerà effettuare una revisione al mio breitiling crosswind e come mi devo regolare per portarvelo o per spedirlo grazie

    Reply
    • Salve, può contattarci direttamente ai nostri recapiti.
      Avremo modo di informarLa sui nostri Servizi di ritiro e riconsegna tramite Corriere espresso con spedizione assicurata.

      Cordialmente,
      Alessandro Raggi

      Reply
  5. complimenti per la dettagliata spiegazione, da un utente che “non aveva fatto mai nulla al suo orologio”

    Reply
    • Salve, ci tengo a sottolineare che il nostro lavoro è prima di tutto passione e grande rispetto per dei bellissimi e rari gioielli di tecnologia meccanica.
      Proprio questo grande rispetto ci porta a consigliare con cura i nostri interlocutori, con l’obiettivo di consentire il migliore mantenimento dell’orologio.

      Cordialmente,
      Alessandro Raggi

      Reply
  6. Salve,
    sono già un vostro affezionato cliente e ci tenevo a rendere pubblica la qualità del lavoro da voi svolto in tanti anni che ci conosciamo.
    Avete sempre curato gli orologi della mia collezione personale, realizzata in quasi 20 anni ed alla quale sono particolarmente affezionato, con la stessa cura e passione che ci avrei messo io…. credo di non potervi fare un apprezzamento migliore!
    Cordialmente,
    Massimiliano

    Reply
  7. Buonasera Maestro,voglio ringraziarla per la divulgazione così comprensibile del mestiere più bello del mondo, da quarantanni mi occupo del restauro e riparazione di antichi orologi ,ma solo per hobby, seguirò con passione il vostro sito complimenti.
    Mauro Stefano Ellero

    Reply

Submit a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>